Bando regionale 2023: concessione di risorse per la Progettazione dei Piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche (PEBA)

Promuove l’elaborazione dei "PEBA” per rafforzare e qualificare le condizioni di accessibilità degli edifici e dei luoghi urbani ed extraurbani da parte di coloro che li abitano senza distinzione di genere, età, stato di salute, cultura, etnia, ceto e classe d’appartenenza
Stato
In corso
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Chi può fare domanda
  • Enti pubblici
Data di pubblicazione 02/08/2023
Scadenza termini partecipazione 09/10/2023 12:00

Obiettivi

Il "Bando PEBA 2023" è stato approvato con delibera di Giunta regionale n. 1326 del 31/7/2023 (pdf1.23 MB). Si propone di promuovere l’elaborazione dei Piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche (“PEBA”), con l’obiettivo di rafforzare e qualificare le condizioni di accessibilità degli edifici e dei luoghi urbani ed extraurbani da parte di coloro che li abitano senza distinzione di genere, età, stato di salute, cultura, etnia, ceto e classe d’appartenenza.
Per questo è prevista la concessione di risorse ai Comuni che alla data di pubblicazione del Bando siano privi di un PEBA adottato, come contributo a fondo perduto per finanziare le attività di redazione dei PEBA. 

    

Cosa offre

Le risorse disponibili, pari a 901.644 euro, provengono dal Fondo nazionale per l’inclusione delle persone con disabilità, che ha stanziato complessivamente un contributo pari a 12 milioni di euro, ripartito a livello regionale sulla base della popolazione residente nella fascia 18-64 anni e destinato ai Comuni per finanziare le attività di elaborazione dei PEBA.

Il bando prevede di finanziare un massimo di 25 proposte progettuali e, pertanto, per ciascuna proposta ammessa a finanziamento la Regione Emilia-Romagna erogherà un contributo a fondo perduto pari a 36.065,77 euro.  

Il contributo regionale sarà erogato in due rate: una prima rata, pari all’80% del contributo concesso, a seguito dell’affidamento delle attività di progettazione del PEBA; una seconda rata, pari al 20%, a seguito dell’avvenuta approvazione del Piano.

In generale, l’assegnazione delle risorse avverrà con alcune priorità tra cui:

Inoltre, il bando definisce le condizioni di partecipazione per i Comuni, nonché i termini e i contenuti richiesti per la presentazione delle candidature alla redazione dei PEBA.

Gli Enti devono comunque garantire una quota di cofinanziamento minimo locale al contributo regionale ottenuto, variabile in base alla dimensione demografica del Comune.

Le risorse a disposizione provengono dal Fondo nazionale per l’inclusione delle persone con disabilità che sono pari complessivamente a 12 milioni di euro, ripartiti a livello regionale sulla base della popolazione residente nella fascia 18-64 anni.

È fatta salva la possibilità di rimodulare in aumento il contributo in rapporto al numero di proposte pervenute ed ammesse a finanziamento. L’eventuale rimodulazione non incide sulla quota di cofinanziamento. Il contributo pubblico concesso rappresenta l’ammontare massimo concedibile e rimane pertanto invariato anche in caso di successiva variazione dei costi.

Tutte le informazioni per la redazione dei PEBA sono contenute nelle Linee Guida.

   

A chi si rivolge

Ai Comuni della regione Emilia-Romagna che alla data di pubblicazione del bando siano privi di un PEBA adottato, come indicato nel Decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri del 10 ottobre 2022.     

  

Come e quando partecipare

I soggetti che intendono partecipare al Bando possono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la procedura online.

Le domande vanno presentate entro le ore 12.00 del giorno 09 ottobre 2023.


Bando, modulistica e graduatoria

Con determinazione dirigenziale n. 24071 del 15 novembre 2023 (pdf549.33 KB) sono stati approvati: "Elenco delle proposte ammissibili a finanziamento" di cui all'allegato B ed "Elenco beneficiari finanziati" di cui all'allegato C.

Avviso

E' stata approvata la Determina Dirigenziale n. 3916 del 27/02/2024 (pdf176.88 KB)di proroga dei termini delle fasi del procedimento dei PEBA . (pdf176.88 KB)
I nuovi termini di cui al punto 6 del bando sono i seguenti:

  • entro il 30/09/2024: avvenuto affidamento dell’appalto di servizi di cui all’art. 10, a pena di revoca del contributo;
  • entro il 30/09/2025: adozione del Peba da parte del Comune.
Tali nuovi termini possono essere applicati anche ad altri Comuni beneficiari del finanziamento regionale qualora inoltrino motivata richiesta all’indirizzo
PEC regionale PoliticheAbitative@postacert.regione.emilia-romagna.it
e la motivazione sia accolta dall’Area regionale competente per materia secondo le seguenti scadenze temporali:

  •  entro il 29/03/2024 per la prima scadenza del 30/09/2024 avvenuto affidamento dell’appalto di servizi di cui all’art. 10, a pena di revoca del contributo;
  • entro il 09/09/2025 per la seconda scadenza del 30/09/2025 adozione del Peba da parte del Comune.

Modulistica

I Comuni possono richiedere la prima rata del contributo PEBA inviando l'apposito modulo via PEC all'indirizzo: PoliticheAbitative@postacert.regione.emilia-romagna.it  

Documentazione e normativa

Per approfondire 

  


A chi rivolgersi

Per eventuali quesiti sul Bando PEBA 2023 è possibile scrivere a:
PEBA@regione.emilia-romagna.it

Materia: Beni immobili e mobili | Diritti e sociale | Edilizia e rigenerazione urbana | Mobilità e trasporti

Azioni sul documento

ultima modifica 2024-05-15T14:06:12+02:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina