Politiche abitative

Contributi per l’affitto 2022: FAQ

Risposte alle domande più frequenti

Questa pagina contiene le soluzioni ai quesiti più frequenti relativi al Bando 2022 del Fondo affitto (ultimo aggiornamento: 28 settembre 2022).

  1. Posso correggere / integrare una domanda già inviata? 
    No, non è possibile modificare le domande già inviate. La soluzione è inviare una nuova domanda, entro la scadenza del Bando. Verrà considerata soltanto l'ultima domanda ricevuta. 

  2. Vorrei annullare la mia domanda. Cosa devo fare?
    - Se vuole annullarla perché contiene errori o imprecisioni, è sufficiente inviare una nuova domanda, entro la scadenza del Bando. Verrà considerata soltanto l'ultima domanda ricevuta. 
    - Se vuole, invece, rinunciare a partecipare al Bando, è necessario inviare una mail al Comune dove si trova l'alloggio per il quale chiede il contributo. 

  3. Abito in un alloggio ERP (Edilizia residenziale pubblica). Posso partecipare al Bando?
    Sì, ma soltanto alla Graduatoria 2

  4. Ho presentato domanda. Cosa succede ora?
    Il Bando scade il 21 ottobre 2022 alle ore 12. Fino a quel giorno, è possibile presentare domanda tramite la piattaforma web regionale. Dopo quel giorno, i Comuni controlleranno le domande raccolte, le ordineranno e, solo a quel punto, distribuiranno i contributi ai cittadini seguendo la graduatoria.  

  5. La piattaforma chiede la somma dei redditi IRPEF degli anni 2022 e 2021, ma il 2022 non è ancora concluso. Come fare?
    L'anno di riferimento è quello della dichiarazione fiscale. Ad esempio, alla domanda "Anno 2022" vanno indicati i redditi presenti nella dichiarazione dell’anno 2022, che come noto si riferiscono all’anno precedente (2021).

  6. Non ho il permesso di soggiorno in corso di validità perché sono in attesa di rinnovo. Posso fare domanda?
    Sì, l’importante è aver fatto la richiesta di rinnovo e avere un documento che lo attesti (ad esempio: la ricevuta di pagamento del rinnovo), che potrà essere richiesto dal Comune.

  7. Chi presenta per primo la domanda ha più opportunità di ottenere il contributo ('click-day')?
    No. Le graduatorie vengono redatte, per tutti, dopo la scadenza del Bando. Il momento della presentazione della domanda non costituisce elemento preferenziale.

  8. Abito in un alloggio ERP. Perché la piattaforma non mi chiede l'IBAN?
    Agli assegnatari di alloggi ERP la piattaforma non chiede l'IBAN perché, nel loro caso, l'eventuale contributo per l'affitto viene versato direttamente all'ente gestore (ACER... ). 

  9. Io e mio marito abitiamo nello stesso alloggio, siamo co-intestatari del contratto di affitto e facciamo parte dello stesso nucleo famigliare ISEE. Dobbiamo fare entrambi domanda?
    No, è sufficiente presentare un'unica domanda. 

  10. Quando ho fatto l'ISEE, la mia situazione familiare e abitativa era diversa rispetto a quella attuale. Vorrei capire quali informazioni è giusto inserire nella domanda. 
    Può discutere di questi temi con il Comune dove si trova l'alloggio in affitto. Inoltre, alla fine del percorso di compilazione della domanda on-line trova uno spazio dove può inserire brevi precisazioni che verranno poi inviate al Comune. 

  11. Se quest’anno ottengo il contributo per l'affitto, posso utilizzare anche le detrazioni IRPEF previste per la locazione?
    Il contributo affitto non è cumulabile con la detrazione ai fini IRPEF.
    Bisogna però considerare che la dichiarazione IRPEF si riferisce sempre alla situazione reddituale dell’anno precedente; di conseguenza:
    - se quest’anno si percepisce il contributo per l'affitto, l’anno prossimo non è possibile avere la detrazione IRPEF (dichiarazione IRPEF 2023 per i redditi 2022);
    - se, invece, quest'anno si è beneficiato della detrazione fiscale (dichiarazione IRPEF 2022 per i redditi 2021), è possibile quest’anno avere anche il contributo per l'affitto.

  12. Che cos’è l’affitto a canone concordato citato nella piattaforma web regionale?
    L'affitto a canone concordato è diverso dall'affitto a canone libero (4+4) e può essere di tre tipi:
    - locazione abitativa agevolata. Ha una durata di 3 anni più 2 anni di rinnovo automatico (3+2). Prevede agevolazioni fiscali sia per i proprietari sia per gli inquilini. Il suo importo del canone è calcolato in base agli indicatori contenuti negli accordi territoriale tra sindacati degli inquilini e associazioni dei proprietari;
    - locazione abitativa di natura transitoria;
    - locazione abitativa per studenti universitari

  13. E’ necessario allegare qualche documento durante la compilazione della domanda?
    No. Dopo la chiusura del Bando, se necessario, sarà il Comune a contattare i cittadini per richiedere precisazioni e documenti.  

  14. Sono uno studente universitario fuorisede borsista ERGO. Posso fare domanda?
    E' necessario rivolgersi ad ERGO per accertarsi che non vi siano situazioni di incompatibilità o incumulabilità tra borsa e contributo per l'affitto.

   

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/09/20 14:18:00 GMT+2 ultima modifica 2022-09-28T16:16:05+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina