Corsi d'acqua pubblici di rilevanza paesaggistica

Ai sensi dell’art. 142, comma c), del D. Lgs. 42/2004 (Codice Urbani), sono assoggettati per legge a vincolo paesaggistico "i fiumi, i torrenti, i corsi d’acqua iscritti negli elenchi previsti dal testo unico delle disposizioni di legge sulle acque ed impianti elettrici, approvato con regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775, e le relative sponde o piedi degli argini per una fascia di 150 metri ciascuna". L’inclusione dei corsi d’acqua nelle categorie di beni vincolati per legge a prescindere dalla effettiva loro rilevanza paesaggistica, già prevista dalla Legge Galasso (L. 431/1985), comporta che le eventuali trasformazioni territoriali relative ai corsi d’acqua - o alle relative fasce di tutela - rientranti negli elenchi redatti ai sensi del citato Regio decreto n. 1775/1933, sono subordinate all’applicazione della procedura di rilascio dell’autorizzazione paesaggistica.

Successivamente all’entrata in vigore del Testo unico n. 490/1999 - che riproponeva senza modifiche la normativa precedente in materia - la Regione Emilia-Romagna ha avviato, in collaborazione con le Province, la ricognizione dei corsi d’acqua rientranti negli elenchi delle acque pubbliche presenti sul territorio regionale, al fine di verificare l’effettivo valore paesaggistico di ognuno di essi. Infatti, tali elenchi furono realizzati per fini che esulavano dalla tutela del valore paesaggistico dei corsi d’acqua. Al termine di tale attività, la Regione ha individuato, con la deliberazione della Giunta regionale n. 2531 del 2000 (pdf133.44 KB), l’elenco dei corsi d’acqua irrilevanti dal punto di vista paesaggistico, i quali quindi non risultano più assoggettati al vincolo.

imm_corso_h2o.jpg

On line il database consultabile da tutti i cittadini che presenta gli elenchi dei corsi d’acqua, divisi per provincia, rientranti nelle acque pubbliche della Regione. Per ogni corso d'acqua sono riportate le indicazioni presenti negli atti che originariamente ne hanno affermato la natura di acqua pubblica. Le denominazioni e le altre informazioni sono state restituite così come presenti negli elenchi originali compresi gli errori.

Ove il corso d’acqua sia stato escluso dal vincolo ad opera della Regione, viene indicato il tratto considerato escluso, per il quale non deve più essere rilasciata autorizzazione paesaggistica, fatta salva l’esclusione da tale procedura di cui all’art. 142, comma 2, del D.Lgs. n. 42/2004.

 Nella consultazione della banca dati si consiglia di effettuare la ricerca sia per denominazione sia per ambiti amministrativi.

DB dei corsi d'acqua pubblici

 

 

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2011/11/21 15:25:00 GMT+1 ultima modifica 2019-06-11T13:52:27+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina