Seguici su

Codice del governo del territorio

Consiglio di Stato, sentenza 29/09/2017 n.4547

L'acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle opere abusive e dell’area di sedime, prevista dall'art. 31 comma 3, del D.P.R. n. 380 del 2001 è un atto dovuto senza alcun contenuto discrezionale, ed è subordinato unicamente all'accertamento dell'inottemperanza e al decorso del termine di legge (novanta giorni) fissato per la demolizione e il ripristino dello stato dei luoghi. Tale provvedimento di acquisizione gratuita è consequenziale al suddetto accertamento e dunque non è autonomamente impugnabile in mancanza della tempestiva impugnazione dell’ordine di demolizione e ripristino dello stato dei luoghi che ne costituisce il necessario antecedente.

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/11/15 09:55:00 GMT+1 ultima modifica 2018-09-21T09:44:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina