mercoledì 22.11.2017
caricamento meteo
Sections

Urbanistica ed edilizia

Contributo di costruzione


Cosa fa la Regione

La Regione fissa l'entità e i criteri di applicazione del contributo di costruzione.
Il contributo deve essere corrisposto al Comune da chi chiede il rilascio di un titolo abilitativo per compiere attività edilizie, fatti salvi specifici casi di esonero previsti dalla legislazione vigente.
Il contributo di costruzione è composto dagli oneri di urbanizzazione e dal costo di costruzione.


Oneri di urbanizzazione

Sono contributi dovuti ai Comuni nei casi di modificazioni dell’assetto urbanistico-edilizio, per partecipare alle spese che i Comuni sostengono per l’urbanizzazione del loro territorio.

Si dividono in oneri di urbanizzazione primaria (U1) e secondaria (U2).

  • I primi concorrono alla realizzazione di strade, parcheggi, fognature, illuminazione pubblica, verde pubblico, sistemi di distribuzione dell’acqua, dell’energia, del gas.
  • Quelli di urbanizzazione secondaria sono destinati alla realizzazione di scuole e asili, chiese, centri civici, parchi urbani, impianti sportivi, parcheggi pubblici.

La loro entità varia in relazione ad alcune caratteristiche del territorio comunale quali: l’ampiezza demografica, la collocazione geografica, lo sviluppo economico. Si fa riferiemnto anche alla zona nella quale si interviene (centro storico, prima periferia, zona di espansione urbana, zona agricola ecc.), al tipo di opera (nuova costruzione o ristrutturazione) e alla destinazione d’uso dell’immobile (residenziale, direzionale, commerciale, artigianale, industriale ecc.).
I criteri di applicazione, uniformi per tutto il territorio regionale, indicano le modalità di applicazione ed i casi in cui ai Comuni è consentito modificare le entità determinate dalla Regione.


Costo di costruzione

È dovuto ai Comuni nei casi di nuova costruzione e di ristruttrazione edilizia. Ha un valore compreso tra il 5 e il 20 per cento del del costo standard a metro quadro, fissato dalla Regione, per le costruzioni di edilizia agevolata. La percentuale varia in funzione delle caratteristiche e delle tipologie delle costruzioni, della loro destinazione ed ubicazione.
I Comuni aggiornano annualmente il costo di costruzione applicando l'indice generale nazionale del costo di costruzione dei fabbricati residenziali calcolato dall'Istat che misura le variazioni nel tempo dei costi diretti del fabbricato ad uso abitativo.

A chi rivolgersi

Servizio giuridico del territorio. Disciplina edilizia. Sicurezza e legalità.

Responsabile del servizio: Giovanni Santangelo

Viale Aldo Moro 30 - 40127 Bologna
tel : 051 527.6979 - fax : 051 527.6019
email: lavoripubblici@regione.emilia-romagna.it
email certificata  LavoriPubblici@postacert.regione.emilia-romagna.it

 

Aspetti tecnici:
Massimo Betti
tel. 051.527.6837
mbetti@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/07/2013 — ultima modifica 16/11/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it