Politiche abitative

Bando Montagna 2022

Da oggi 12 ottobre dalle ore 10:00 al via la presentazione online delle domande

A partire dalle ore 10:00 di oggi, mercoledì12 ottobre 2022, e fino alle 12:00 del 10 novembre 2022 è possibile collegarsi all’applicativo informatico per la compilazione online della domanda di partecipazione.

Per accedere e completare il processo di compilazione online con l’invio della domanda è necessario:

  • essere in possesso di credenziali digitali SPID, CIE, CNS;
  • aver letto il bando;
  • aver letto le linee guida per la compilazione della domanda;
  • avere a disposizione attestazione ISEE in corso di validità;
  • assolvere all’imposta di bollo con le modalità indicate nel bando;

e nel caso di presenza di punteggio c.2 (lettere “a” e “b”):

  • asseverazione del tecnico redatta su apposito modulo regionale debitamente compilata, firmata e corredata del documento del tecnico firmatario.

 Si ricorda che una volta inviata la domanda non ne è ammessa la sostituzione.

Per compilare la domanda dalle ore 10 occorre cliccare qui:

https://servizifederati.regione.emilia-romagna.it/fesr2020/

Per le linee guida per la compilazione della domanda cliccare qui (pdf2.56 MB)

Per il modulo asseverazione cliccare qui (docx52.12 KB) oppure scaricare attraverso l’applicativo Sfinge 2000 nella sezione - Dettaglio richiesta – Elenco documenti 

Per informazioni relative all’applicativo web SFINGE2020 è attivo un sistema d’assistenza raggiungibile attraverso questa procedura:

  • aprire una segnalazione tramite la voce Segnalazioni presente nel menù in alto a destra dell’applicativo SFINGE2020:
  • solo dopo l’apertura di una segnalazione è possibile ottenere informazioni sullo stato della propria richiesta telefonando al numero 0514151866.

Gli orari del servizio sono dal lunedì al venerdì (ore 9:00 - 13.00 e 14:00 - 18:00)

Attenzione: Non viene fornito supporto tecnico via e-mail

Finalità

Il Bando Montagna 2022 approvato con delibera della Giunta regionale n. 1333 in data 1/08/2022 (pdf561.26 KB) si propone di incentivare il ripopolamento e la rivitalizzazione delle aree montane attraverso la concessione di risorse a persone fisiche maggiorenni per acquistare in proprietà un alloggio da destinare a propria residenza abituale (limitatamente all'acquisto di alloggi già esistenti).

Per informazioni sul bando

>>> Guida informativa sulle principali caratteristiche del bando (vademecum (pdf4.44 MB)).

>>> Risposte alle domande più frequenti

Per eventuali informazioni è attiva anche la casella di posta elettronica:
bandomontagna@regione.emilia-romagna.it 
alla quale è possibile inviare richieste di informazioni e/o chiarimenti.
I quesiti dovranno essere chiari e circostanziati, e le risposte saranno pubblicate nella apposita sezione delle FAQ.

Destinatari

Possono presentare domanda per ottenere i contributi le persone fisiche maggiorenni in possesso dei requisiti di ammissibilità richiesti all’art. 8 del bando:

  • cittadinanza italiana o di altro stato Unione Europea o di altri Stati rispettando la normativa sull’immigrazione (titolare permesso soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno biennale con regolare attività di lavoro subordinato o autonomo ai sensi del D.Lgs 286/98 e smi);
  • residenza o attività lavorativa in un comune dell’Emilia-Romagna;
  • attestazione ISEE in corso di validità inferiore a 50mila €;
  • essere nati dopo il 1 Gennaio 1982;
  • non aver ricevuto un contributo per acquisto di un alloggio.

Modalità di presentazione della domanda

Le domande potranno essere presentate esclusivamente on-line, tramite apposito applicativo web, dalle ore 10:00 del 12 ottobre 2022 alle ore 12:00 del 10 novembre 2022.

Le modalità di accesso saranno rese disponibili su questa pagina a partire dal giorno di apertura della piattaforma 12/10/2022, oltre che sulla pagina web dedicata al Bando nella Sezione “Bandi” dell’area tematica Territorio sul portale della Regione Emilia-Romagna.

Per accedere all’applicativo è indispensabile utilizzare il Sistema Pubblico di Identità digitale (SPID) o la Carta di identità elettronica (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). 

L'applicativo informatico è l'unica modalità ammessa per la trasmissione della domanda, pertanto, non verrà accettata documentazione inviata attraverso altri mezzi di trasmissione.

Una volta presentata la domanda non ne è ammessa la modifica né la sostituzione.

Cosa indicare e allegare in sede di domanda

All’atto della compilazione della domanda andranno indicati:

  • i propri dati e riferimenti anagrafici alla data della compilazione della domanda, e i riferimenti anagrafici alla data di approvazione del bando;
  • l’indirizzo di posta elettronica o PEC, al quale trasmettere notifica delle comunicazioni dell’applicativo (si consiglia ove disponibile un indirizzo PEC);
  • la composizione del proprio nucleo familiare, alla data di approvazione del bando;
  • il possesso dei requisiti soggettivi;
  • l’importo del contributo richiesto;
  • la localizzazione dell’immobile;
  • i riferimenti catastali (solo nel caso in cui l’alloggio sia stato già univocamente identificato);
  • eventuali dati del cointestatario (solo nel caso di acquisto in comproprietà);
  • la annualità presunta della compravendita (annualità di rendicontazione);
  • il possesso dei requisiti di cui ai punteggi assegnati all’art. 9;
  • l’attestazione che la compravendita non è avvenuta/non avverrà all’interno del medesimo nucleo familiare o tra parenti di primo grado;
  • l’assunzione degli impegni a adempiere a tutti gli obblighi previsti dal bando.

 e allegati i seguenti documenti:

  • attestazione ISEE in corso di validità;
  • nel caso in cui sia stato già univocamente individuato l’alloggio e richiesti i punteggi di cui al criterio C punti C2.a e/o C2.b, l’asseverazione redatta da un tecnico abilitato relativa al possesso dei requisiti relativi ai suddetti criteri.

In sede di domanda andrà assolta l’imposta di bollo di importo pari a € 16,00 in una delle seguenti modalità:

  • acquisto di una marca da bollo che dovrà essere conservata dal richiedente in originale, al fine di eventuali controlli da parte della Amministrazione regionale;
  • (modalità consigliata) pagamento telematico attraverso l’applicativo SFINGE 2020 (il sistema riporterà automaticamente gli estremi del pagamento, numero identificativo e data, nella domanda).

Al termine della compilazione della domanda di partecipazione, il richiedente dovrà avere cura di verificare la correttezza dei dati inseriti in ogni sua parte, provvedendo successivamente ad inviare definitivamente la domanda attraverso l’applicativo informatico.

La domanda di partecipazione viene resa sotto forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 e con le responsabilità penali di cui agli artt. 75 e 76 dello stesso decreto in caso di dichiarazioni mendaci.
L’invio della domanda determina l’approvazione da parte del richiedente di quanto in essa dichiarato.

Dove acquistare l’alloggio

Nei Comuni montani, ai sensi della LR 2/2004, ivi incluse le località montane ora ricomprese in fusioni di comuni solo parzialmente montane di cui all’allegato 1 (pdf167.88 KB) del bando.

Risorse e contributi

Le risorse destinate al programma ammontano a 5 milioni di Euro.

L’entità massima del contributo erogabile, che non può in nessun caso essere superiore a 30.000 €, è pari al 50% delle spese sostenute per l’acquisto dell’alloggio. Il contributo minimo richiedibile è pari a 10.000 €.

Cosa e quando posso acquistare in proprietà

Sono ammesse le spese sostenute a partire dalla data di approvazione del bando per l’acquisto della piena titolarità al 100% di un alloggio in un comune montano da destinare a propria residenza abituale, limitatamente ad alloggi già esistenti (catastalmente censiti) di classificazione catastale A/2, A/3, A/4, A/5, A/6 e A/7.

L’acquisto non è ammesso tra soggetti appartenenti allo stesso nucleo familiare o fra i quali intercorre un rapporto di parentela in linea retta di primo grado.

Obblighi

L’acquisto dell’alloggio deve avvenire entro 9 mesi dall’approvazione della graduatoria. La richiesta e acquisizione della residenza deve essere ottenute entro 6 mesi dalla data del rogito, con obbligo di mantenimento per almeno 5 anni dalla data di liquidazione del contributo.

Premialità

Il Bando prevede alcuni specifici punteggi, che saranno attribuiti automaticamente dall’applicativo in relazione alla dichiarazione resa dal richiedente di possesso, alla data di approvazione del bando, dei requisiti  indicati all’art. 9 (pdf157.16 KB).

Graduatoria

Le domande ammissibili verranno ordinate in ordine di punteggio attribuito per i criteri premiali.

Verranno finanziate le domande che si sono collocate in posizione utile per ricevere il contributo sulla base delle risorse finanziarie disponibili.

La graduatoria ha validità di 12 mesi.

Approfondimenti

Rendicontazione spese, liquidazione contributo, obblighi, decadenze revoche e sanzioni, controlli 

Normativa

Gli atti amministrativi per la gestione del programma

FAQ

Risposte ai quesiti 

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/08/02 07:45:00 GMT+1 ultima modifica 2022-10-16T06:36:03+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina