EUCO2 80/50

Progetto europeo sul cambiamento climatico nelle aree metropolitane

L'obiettivo del progetto Euco2 80/50 è stato quello di valutare e condividere le misure adottate nelle aree e nelle regioni metropolitane europee per ridurre le cause del cambiamento climatico e per mitigarne gli effetti, al fine di trarne indicazioni per le politiche regionali. Il progetto si è articolato in tre fasi.

Nella prima, avviata nel 2006, è stato applicato il modello di valutazione (Grip), messo a punto dal Tyndall centre di Londra, al fine di inventariare le emissioni di gas serra delle aree metropolitane partner del progetto e le principali fonti di emissione.

Nella seconda fase sono state scambiate le esperienze di mitigazione degli effetti a livello urbano e territoriale e, coinvolgendo gli stakeholders locali, si sono costruiti diversi scenari, sulla base di differenti trend economici e demografici, e diverse azioni che sarebbe stato possibile mettere in atto. Il modello GRIP consente di calcolare gli effetti a medio e lungo periodo di ogni opzione.

La terza, la più importante, conclusa nel 2010, ha coinvolto i rappresentanti istituzionali, che, a partire dai risultati delle prime due fasi, hanno individuato e definito le strategie più adeguate per ridurre le emissioni di gas serra e introdurre innovazioni nella pianificazione a scala urbana e metropolitana allo scopo di ridurre gli effetti negativi del cambiamento climatico.

Materiali di approfondimento

 

La Regione per diffondere le conoscenze su queste tematiche ha organizzato:

  • un workshop internazionale Climate change /urban change che affronta i temi del rapporto fra cambiamento climatico e processi di trasformazione urbana e del contributo che le politiche a scala metropolitana possono dare alla riduzione delle emissioni dei gas serra e alla mitigazione degli effetti. Bologna 6 marzo 2007
  • un convegno a Ferrara nel maggio 2007 Dal globale al locale - Piani di azione per il clima per fare il punto sulle politiche regionali di protezione del clima e avviare il dibattito per un piano d'azione climatico locale condiviso ed efficace con l'obiettivo di mantenere i livelli di benessere raggiunti e al contempo di garantire la sostenibilità futura. Territorio ed aree urbane relazione di Claudio Tolomelli (pdf244.14 KB)

Azioni sul documento

ultima modifica 2013-07-25T16:40:00+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina