Seguici su

Osservatorio per la qualità del paesaggio

Materia paesaggio 2019: saperi ed esperienze a confronto. Il paesaggio dell’Appennino parmense. Opportunità di sviluppo locale tra fragilità e valori.

La nuova edizione di Materia paesaggio si svolgerà da ottobre 2019 a gennaio 2020. Realizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Parma, la nuova edizione intende esplorare i paesaggi rurali della collina e della montagna, coinvolgendo operatori pubblici, liberi professionisti e attori locali che avranno l’opportunità di confrontarsi e di sperimentare metodologie e tecniche di intervento, di interpretazione del territorio, influenzando lo sviluppo del percorso con le proprie sollecitazioni. In questo modo saranno stimolati a trasferire reciprocamente competenze, saperi e capacità.

L’Osservatorio regionale per la qualità del paesaggio e l’Università degli Studi di Parma, Dipartimento di Ingegneria e Architettura (DIA) e il Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale (SCVSA), hanno sviluppato una nuova edizione di Materia paesaggio 2019, che affronta lo studio e l’interpretazione del paesaggio rurale della collina e della montagna, in dialogo (o contrapposizione) con le trasformazioni imposte dall’uomo, da fattori naturali e dai cambiamenti climatici. Contesti sono interessati da incisivi mutamenti, anche repentini, che necessitano di soluzioni innovative sulle modalità di gestione del paesaggio per valorizzare e salvaguardare i valori presenti ma anche compensare e ridurre le criticità, facendo leva sulle risorse disponibili.

L’ambito di studio individuato è il sistema territoriale dell'Appennino parmense, in particolare l’Unione Montana Appennino Parma Est (Corniglio, Langhirano, Lesignano de’ Bagni, Monchio delle Corti, Neviano degli Arduini, Palanzano, Tizzano Val Parma), a breve impegnati nella predisposizione del Piano Urbanistico Generale. Il focus del lavoro è di ipotizzare una strategia territoriale unitaria per questi territori collinari e montani a partire dalla tutela e valorizzazione dei paesaggi locali, tenendo in particolare attenzione  sia i temi del rischio idrogeologico, dell’abbandono e della salvaguardia degli elementi naturali e antropici di pregio sia le attività economiche che incidono fortemente sulla trasformazione del paesaggio e sullo sviluppo locale (ad esempio, le attività agricole e la filiera dell’agroalimentare di qualità).

Contesti

Ai partecipanti viene proposto di esercitarsi in particolare su uno dei tre ambiti territoriali rappresentativi del sistema Val Parma / Val Cedra, comunque correlati tra loro:

Il territorio della Media e Bassa Val Parma - che interessa i Comuni di Langhirano, Lesignano de’ Bagni e parzialmente Neviano degli Arduini - caratterizzato da un’economia solida legata a prodotti agroalimentari di qualità riconosciuti nel mondo.

Il territorio dell’Alta Val Parma - che interessa i Comuni di Tizzano Val Parma e Corniglio - ricco di valori paesaggistici da interpretare nell'ottica dello sviluppo locale di vallata.

Il territorio appenninico della Val d’Enza/Cedra - prevalentemente i Comuni di Monchio delle Corti e Palanzano - un territorio relativamente isolato e ad elevata naturalità, che hanno un punto di forza nell'ampia produzione di servizi ecosistemici.

Temi

Le aree affrontate dal percorso potranno stimolare la progettazione di processi e interventi su alcuni temi:

TEMA 1: la tutela del sistema ecologico-ambientale (tutela e valorizzazione della rete ecologica intervalliva e dei servizi ecosistemici prodotti);

TEMA 2: la gestione dei rischi connessi tipicamente agli ambiti collinari-montani (manutenzione territoriale, resilienza, limitazione della compromissione, costruzione di “nuovi paesaggi”);

TEMA 3: promozione, supporto e controllo delle attività economiche legate al comparto agroalimentare e al turismo, le quali dipendono fortemente dal luogo e allo stesso tempo lo trasformano.

Call

Per individuare i partecipanti, è stata lanciata una CALL destinata a tutte le categorie cui è destinato il percorso formativo.

Struttura del percorso

L’attività è stata organizzata in 4 moduli, nei quali si alternano diversi metodi di apprendimento: lezioni frontali, testimonianze, sopralluoghi guidati, workshop progettuali, incontri con gli stakeholders.

Durata complessiva: 50 ore distribuite in 8 giornate tra ottobre 2019 e gennaio 2020.

Luogo: Il percorso formativo si svolge a Parma, presso il Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell'Università di Parma, tranne l’ultima giornata che viene svolta nella sede del Comune di Langhirano.

Il programma:

Plenaria di apertura

Il 24 ottobre 2019 si è svolta la prima giornata plenaria dell’edizione 2019 di Materia paesaggio, aperta a tutti, durante la quale docenti ed esperti hanno illustrato temi e approfondimenti sulle aree studio e sugli argomenti di fondo che serviranno come spunti di riflessione per il lavoro da svolgere nei workshop.

Workshop

Nelle 5 giornate di workshop i partecipanti lavorano suddivisi in tre gruppi che approfondiscono tre diversi ambiti territoriali del territorio di studio. Ogni incontro laboratoriale è preceduto da brevi presentazioni che intendono sollecitare e stimolare il lavoro da svolgere nella giornata.

Luogo: Campus Università di Parma, Plesso Aule didattiche di Ingegneria.

 

14 novembre 2019
Analisi dei luoghi e strategie territoriali (Elementi di criticità e opportunità)

21 novembre 2019
Tutela e valorizzazione del sistema ecologico-ambientale (Obiettivi – Strategie - Azioni)

28 novembre 2019
Fragilità territoriale (Obiettivi – Strategie - Azioni)

 

5 dicembre 2019
Paesaggi della produzione e produzione di paesaggi (Obiettivi – Strategie - Azioni)

12 dicembre 2019
Ricomposizione scenari e proposte

Giornata dedicata alle attività di laboratorio, nella ricomposizione di una strategia unitaria per i territori di studio.

Contatti

Responsabile del percorso formativo:

Dott.ssa Anna Mele

Telefono: 051.527.6840; e-mail: annamaria.mele@regione.emilia-romagna.it

Servizio pianificazione territoriale e urbanistica, dei trasporti e del paesaggio

Gruppo di lavoro

Arch. Daniela Cardinali: Telefono: 051.527.8804 ; e-mail: daniela.cardinali@regione.emilia-romagna.it;

Servizio pianificazione territoriale e urbanistica, dei trasporti e del paesaggio

Arch. Laura Punzo Telefono: 051.527.6089 ; e-mail: laura.punzo@regione.emilia-romagna.it;

Servizio pianificazione territoriale e urbanistica, dei trasporti e del paesaggio

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/04 14:50:00 GMT+1 ultima modifica 2019-12-11T12:22:56+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina