Il recupero di Villa Tassoni di Ostellato (Fe), Regione al lavoro per passare la gestione dell'antico edificio al Comune

Saranno i cittadini a decidere come utilizzarlo, a fini sociali. Oltre 70mila euro di risorse regionali per la recinzione esterna e 400mila euro per sistemare il tetto

Il recupero e la rivitalizzazione di Villa Tassoni di Ostellato (Fe), antica residenza degli Estensi di proprietà della Regione. E la prospettiva di conferirne la gestione al Comune affinché, attraverso un percorso partecipato con i cittadini, diventi uno spazio pubblico destinato ad attività sociali.

Questi sono alcuni dei temi affrontati oggi dall’assessore regionale al Bilancio e Patrimonio, Paolo Calvano, impegnato, insieme alla sindaca di Ostellato Elena Rossi, in un sopralluogo per visionare i danni al tetto recentemente riscontrati nella villa e avviarne l’iter per la completa sistemazione dell’immobile.

A settembre inizieranno i lavori per il recupero della recinzione esterna di Villa Tassoni, intervento per il quale la Regione ha destinato oltre 70mila euro. E poi è già pronto un ulteriore stanziamento di circa 400mila euro per la sistemazione del tetto.

“Lavorare per restituire un bene alla comunità- ha detto l’assessore Calvano- ha un valore straordinario, tanto più se saranno proprio i cittadini a decidere come utilizzarlo. Oggi le priorità della Regione sono rimettere in sicurezza lo stabile. Siamo già pronti ad intervenire sulla recinzione esterna per la quale partiranno i lavori già a settembre e al contempo oggi abbiamo definito l’iter per rifare completamente il tetto”.

“Puntiamo a ridare, insieme al Comune di Ostellato, nuova vita a Villa Tassoni. Per questo- ha aggiunto Calvano- intendiamo proseguire nell’interlocuzione già aperta da alcuni anni con l’obiettivo che il Comune di Ostellato possa prendere in gestione la villa nelle migliori condizioni possibili”.

“Un’occasione straordinaria nata dalla sinergia tra Comune e Regione Emilia-Romagna. La rigenerazione di un immobile così- ha detto la sindaca Rossi- significativo per la comunità ostellatese è il segnale preciso della volontà dell’amministrazione di riconsegnare ai cittadini un luogo simbolo. Un impegno importante e significativo che punta tutto sul processo partecipativo dei cittadini".

 

Villa Tassoni
Il palazzo, antica residenza degli Estensi, in passato ospitava gli uffici dell’Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, da anni è inutilizzato ed oggi è al centro di un percorso di rivitalizzazione messo in campo proprio dalla Regione insieme al Comune, attraverso il coinvolgimento dei cittadini. Infatti, attraverso un percorso formativo sperimentale, ‘Huber’, conclusosi il 22 febbraio scorso, i partecipanti hanno simulato, attraverso progettualità innovative, il riutilizzo di Villa Tassoni, qualora la gestione fosse stata affidata a loro.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina