Accessibilità e fruibilità degli spazi pubblici e degli edifici nel territorio regionale: al via una manifestazione d'interesse

La Regione ha avviato una procedura comparativa per selezionare un ente del terzo settore. C'è tempo fino al 30 giugno 2021

La Regione ha avviato una procedura per individuare e selezionare un Ente del terzo settore con il quale sottoscrivere una convenzione per la realizzazione di attività di ricerca, formazione, ricognizione e supporto in materia di accessibilità e fruibilità degli spazi pubblici e degli edifici nell’ambito del territorio regionale”. Lo scopo è perseguire finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale ai sensi dell’art. 2 del D. Lgs. 117/2017 e ss. mm. ii.

In particolare, la convenzione prevederà le seguenti attività:

  1. attività di ricerca e formazione svolta nel campo dell’accessibilità e della fruibilità degli edifici e del benessere ambientale, dalla scala edilizia a quella urbana, anche attraverso l'organizzazione di seminari, eventi e incontri formativi finalizzati anche alla redazione di materiale a supporto in materia (quaderni, report, slides, linee guida, ecc.);
  2. programma di attività formativa di supporto ai Comuni per la redazione dei Piani di eliminazione delle barriere architettoniche (PEBA) previsti dall’art. 32 della legge 41/86 e dei Piani di accessibilità urbana (PAU) previsti dall'art. 24, comma 9, della legge 104/92, finalizzato anche alla redazione di documenti d’indirizzo per la migliore formazione di piani e strumenti in materia;
  3. attività di supporto agli Enti, ai loro dipendenti e ai professionisti in materia di approccio normativo e tecnico culturale al progetto inclusivo dalla scala oggettuale a quella abitativa e urbana;
  4. attività di supporto ai cittadini anche attraverso l’utilizzo e il coordinamento della rete dei Centri per l’adattamento domestico (CAAD) su progetti di intervento e soluzioni per accrescere l’autonomia delle persone anziane e disabili, l’accessibilità e la fruibilità della loro abitazione privata;
  5. analisi dello stato del patrimonio di edilizia residenziale pubblica e sviluppo di strategie e interventi mirati alla completa accessibilità e all’innalzamento del benessere ambientale negli immobili ERP, con particolare attenzione ai principi della progettazione universale, e degli usi flessibili dell’ambiente, per adattarlo alle diverse esigenze di persone con disabilità, di persone anziane, di caregiverfamiliari e dei differenti nuclei familiari (unipersonali, monogenitoriali, allargati, immigrati, ecc.). 

Possono presentare domanda di partecipazione alla procedura i soggetti individuati ed elencati all’art. 4 del D.Lgs. 117/2017.

La manifestazione di interesse deve essere redatta esclusivamente su apposito modulo (doc184.83 KB) predisposto dalla Regione e inviata mediante PEC all’indirizzo pru@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Scadenza: ore 12 del 30 giugno 2021.

 

Per eventuali informazioni rivolgersi a:

Avv. Iole Petrone - e-mail iole.petrone@regione.emilia-romagna.it  - tel. 051/5273768 

Dott.ssa Milva Fabbri - e-mail milva.fabbri@regione.emilia-romagna.it  - tel. 051/5273756.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/06/15 13:39:00 GMT+2 ultima modifica 2021-06-15T15:56:43+02:00