Piani Urbanistici Generali (PUG), approvato atto di coordinamento tecnico

Definite dalla Giunta regionale alcune regole per favorire l'organizzazione delle informazioni in materia di dati conoscitivi

Favorire l’organizzazione delle informazioni in materia di dati conoscitivi dei Piani Urbanistici Generali comunali (PUG) e degli strumenti urbanistici attuativi di cui alla L.R. 24/17 "Disciplina regionale sulla tutela e l’uso del territorio". E' l'obiettivo delle regole fissate dalla delibera n. 731, approvata dalla Giunta regionale il 25 giugno 2020.

Il documento indica le modalità tecniche per la raccolta, l’elaborazione e l’aggiornamento di dati conoscitivi territoriali e ambientali degli strumenti urbanistici comunali, al fine di integrare e implementare il quadro conoscitivo del territorio regionale e monitorare il consumo di suolo.

Sono due gli elaborati di cui si compone l'atto. Il primo è relativo al modello dati di base che definisce i contenuti che costituiscono i temi e le informazioni che caratterizzano i Piani Urbanistici Generali (PUG); il secondo, complementare al primo, definisce il formato fisico dei file (formato vettoriale SHAPEFILE) necessario a gestire la banca dati regionale.

Per definire il modello dati è stato costituito un gruppo di lavoro composto da rappresentanti dei settori urbanistica e sistemi informativi territoriali della Città Metropolitana di Bologna, delle Province, dei Comuni capoluogo e di alcuni Enti locali in sperimentazione con la Regione per la formazione dei nuovi piani.

L’esigenza di garantire la conoscenza delle trasformazioni che avvengono nelle diverse realtà territoriali ha comportato l’individuazione di una metodologia consolidata con il precedente atto di coordinamento (DGR n.2134 del 2019) che ha definito le modalità tecniche per la predisposizione, trasmissione e conservazione degli elaborati in formato digitale degli strumenti urbanistici di ciascun Comune.

È stato infatti previsto che il versamento in conservazione di ogni strumento urbanistico approvato ai sensi della L.R. 24/17 ai fini della pubblicazione sul BURERT sia accompagnato dalla contestuale trasmissione dei dati in formato vettoriale (SHAPEFILE).

Queste informazioni, organizzate secondo il presente modello dati condiviso, sono necessarie per la costruzione e gestione del relativo sistema informativo territoriale che costituisce, insieme alle altre banche dati, sempre più una fonte di conoscenza dinamica, fondamentale non solo per la nuova pianificazione urbanistica, ma anche per il complesso delle politiche degli Enti Locali.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/02 14:24:38 GMT+2 ultima modifica 2020-07-02T14:24:38+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina