I benefici per inquilini e proprietari

 

In relazione alla propria situazione patrimoniale e al reddito famigliare netto gli inquilini potranno beneficiare di un’ulteriore riduzione del costo dell’affitto rispetto all’importo del canone di locazione concordato, cioè quello derivante dall’applicazione di specifici accordi territoriali; riduzione commisurata al rapporto tra reddito familiare e canone, che può arrivare fino a 2 mila euro all’anno per gli inquilini con ISEE tra i 9 mila e i 20 mila euro e a 1.500 euro nel caso di ISEE compreso tra i 20 mila e i 35 mila euro.

Agli inquilini, inoltre, non sarà richiesto il versamento di alcun deposito cauzionale alla firma del contratto di affitto.

Possono accedere al programma di aiuti anche i cittadini di uno Stato non appartenente all’Ue, purchè siano muniti di un permesso di soggiorno valido almeno per un anno o permesso di soggiorno Ue di lungo periodo.

Altri requisiti richiesti agli assegnatari: non essere titolari, anche con riferimento ad altri componenti del nucleo famigliare, di diritti di proprietà o altri diritti di godimento su immobili ad uso residenziale situati nel territorio del comune di riferimento e possedere un Isee del nucleo familiare compreso tra i 9.360 e i 35.000 euro.

Vantaggi significativi, sottoforma di agevolazioni fiscali e tariffarie, servizi aggiuntivi e garanzie accessorie, anche per i proprietari degli alloggi messi a disposizione dal programma: si va dal puntuale pagamento del canone d’affitto alla possibile riscossione anticipata di alcune mensilità, passando per una serie di vantaggi sui costi di attivazione e gestione del contratto, fino alla garanzia di rientro nella piena disponibilità dell’alloggio entro tempi e condizioni prestabilite.

Sono inoltre previsti contributi a garanzia delle eventuali morosità, per la copertura di spese condominiali non versate dall’affittuario e spese legali.

Infine, gli enti locali applicano un’aliquota Imu ridotta ai proprietari che concordano il pagamento di un canone d’affitto ridotto rispetto a quello concordato deciso a livello locale.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/10/21 19:16:37 GMT+1 ultima modifica 2022-10-21T19:16:37+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina