Riqualificazione urbana. Finanziati 6 progetti in Emilia-Romagna nell’ambito del bando nazionale “Italia City branding”

Nella graduatoria finale ci sono Cesena, Ferrara, Modena, Piacenza, Ravenna e Rimini

Selezionare 20 città con le quali elaborare e attuare piani di investimento con una prevalente componente infrastrutturale, che valorizzino le potenzialità attrattive delle città italiane rispetto agli investimenti nazionali e stranieri, puntando a sviluppare un brand cittadino. E’ questo lo scopo del bando nazionale “Italia City Branding”, rivolto ai Comuni capoluogo di provincia, esclusi i Comuni capoluogo di città metropolitane.

Su 60 proposte presentate e 30 progetti finanziati, 6 capoluoghi emiliano-romagnoli (Cesena, Ferrara, Ravenna, Rimini e Piacenza) sono risultati vincitori, aggiudicandosi circa 3 milioni e mezzo di euro (€ 3.423.322,00) per finanziare interventi di riqualificazione urbana.

Questi i progetti della nostra regione in graduatoria:

  • Cesena. Cesena Sport City: riqualificazione di 6 poli sportivi strategici per il contesto cittadino, sviluppo di nuove reti di mobilità sostenibili e completamento di quelle esistenti;
  • Ferrara. Ferrara rinasce: recupero dell’immobile ex Marcato coperto di Santo Stefano, ubicato nel cuore del centro storico e patrimonio dell’umanità, che diventerà un hub di servizio di attività produttive e imprenditoriali, con spazi flessibili in grado di accogliere anche eventi e attività non strettamente collegate al commercio, come eventi culturali e di intrattenimento;
  • Modena. La casa delle idee digitali: sviluppo del nuovo distretto digitale e dell’innovazione;
  • Piacenza. Recupero funzionale del Complesso “La Cascina San Savino”, vicino alla fiera, per creare un polo commerciale per la promozione di prodotti tipici piacentini, struttura ricettiva, ristorazione, hub della mobilità e di interscambio tra logistica e città, polo attrattivo per lo sport, ristoranti e una cavea nel cortile per spettacoli estivi;
  • Ravenna. Disimpegno della fascia retrostante dell’arenile da usi ed elementi incongrui (parcheggi), la riqualificazione dei percorsi dissestati di accesso agli stabilimenti balneari e la fruizione delle pinete (rigenerate) per riqualificare il turismo balneare dei lidi prossimi al Parco del Delta del Po;
  • Rimini. Rigenerazione di 15 km di lungomare, da Torre Pedrera a Miramare, attraverso la realizzazione del Parco del mare, costituito da infrastrutture verdi, piste ciclabili e pedonali, palestre a cielo aperto.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/03/30 11:14:00 GMT+2 ultima modifica 2021-03-30T11:15:13+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina