Seguici su

Monitoraggio delle trasformazioni realizzate LR 24/17 art.5 c.6

La Regione Emilia-Romagna con DGR 376 del 19/03/2018 ha provveduto a fissare i criteri, le specifiche tecniche, le modalità e i termini per la trasmissione dei dati necessari al monitoraggio delle trasformazioni del territorio ai sensi dell’art.5 c.6 della LR 24/17.

QUANDO TRASMETTERE I DATI DEL MONITORAGGIO

Ogni semestre, a partire dal 1 gennaio 2018,  ogni Comune è tenuto a trasmettere alla Regione Emilia-Romagna gli esiti del monitoraggio esclusivamente attraverso posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo urbapae@postacert.regione.emilia-romagna.it indicando nell’oggetto “Monitoraggio delle trasformazioni realizzate. I°(o II°) semestre 20** Art. 5 comma 6, LR 24/2017

La comunicazione va trasmessa quindi due volte all'anno, al 30 giugno e al 31 dicembre di ogni anno di monitoraggio.

COME INVIARE I DATI DEL MONITORAGGIO

Il materiale da inviare consiste in:

- lettera di trasmissione ( esempio (doc, 45.5 KB))

- dato geometrico in formato vettoriale (SHAPEFILE) delle trasformazioni realizzate nel semestre di riferimento, secondo le modalità tecniche definite (vedi sotto).

- pdf delle eventuali convenzioni dei Piani Urbanistici Attuativi di iniziativa privata.

È necessario comunicare l’esito del monitoraggio anche in assenza di trasformazioni avvenute nel semestre di riferimento.( esempio di lettera di trasmissione (doc, 47.0 KB))

CHE COSA E' OGGETTO DEL MONITORAGGIO

Il monitoraggio delle trasformazioni, nel periodo transitorio, riguarda solamente quelle realizzate per attuazione preventiva o indiretta, affidando la verifica delle ulteriori realizzazioni, ovvero per attuazione diretta, alla lettura del Database Uso del Suolo a cura della Regione Emilia-Romagna.

In estrema sintesi, il monitoraggio riguarda le trasformazioni ad attuazione preventiva o indiretta (PUA, PP, AO, PAIP, AP, OP, art.53 LR24/17 e art.8 DPR160/2008) convenzionate dopo il primo gennaio 2018.

In particolare:

  • un Piano, per essere oggetto del presente monitoraggio deve essere convenzionato dopo il 1 gennaio 2018;
  • un piano è da trasmettere alla Regione nel semestre del suo convenzionamento. Questo non vale nel caso di un piano di iniziativa pubblica, che va trasmesso nel semestre della sua approvazione;
  • le varianti ai piani urbanistici attuativi sono trasmesse per il monitoraggio solamente se prevedono consumo di nuovo suolo. I dati utili al monitoraggio non riguardano l'intero comparto, ma solamente la variazione prevista in aumento;
  • sono oggetto di monitoraggio anche i Procedimenti Unici di cui all’art. 53 della LR n.24/2017 e i procedimenti art. 8 del DPR 160/2010.

CRITERI E SPECIFICHE TECNICHE PER TRASMETTERE I DATI ALLA REGIONE

Di seguito la delibera di DGR n.376 del 19 marzo 2018 il cui allegato definisce i criteri, le specifiche tecniche, le modalità e i termini per la trasmissione dei dati necessari al monitoraggio delle trasformazioni del territorio ai sensi dell’art.5 c.6 della LR 24/17:

APPROVAZIONE DELLE MODALITA’ OPERATIVE E DEI CONTENUTI INFORMATIVI PER IL MONITORAGGIO DELLE TRASFORMAZIONI REALIZZATE IN ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO COMUNALE, AI SENSI DELL’ARTICOLO 5 DELLA LEGGE REGIONALE N. 24/2017 (pdf, 430.5 KB)

E' possibile inoltre scaricare il dato geometrico (shapefile) denominato <areatrasf> che è lo strato di cartografia di tipo poligonale che identifica gli strumenti di attuazione delle previsioni inserite nei piani urbanistici comunali vigenti. Si ricorda che ogni stringa o record della tabella attributi dello shapefile <areatrasf> si riferisce ad una sola trasformazione attuata per intervento indiretto.

in alternativa:

Solo in caso di dichiarata impossibilità a procedere alla compilazione dei dati richiesti in formato shapefile, per ogni area trasformata si chiede di trasmettere:

-       una tabella in formato .xls o analoghi formati open source, da compilare con le stesse informazioni richieste per il file vettoriale. E' possibile scaricare la tabella in formato xls e calc:

-       uno o più stralci delle tavole di progetto dell’intervento attuativo al fine di fornire tutte le indicazioni e informazioni utili alla corretta collocazione e rappresentazione cartografica/geometrica dell’area trasformata nel territorio comunale.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina