sabato 21.10.2017
caricamento meteo
Sections

Urbanistica ed edilizia


Cosa fa la Regione

L’urbanistica è la disciplina dell'uso del territorio comprensiva degli aspetti conoscitivi, normativi e gestionali riguardanti le opere di salvaguardia e di trasformazione del suolo e la protezione dell’ambiente ed è affidata alla competenza legislativa concorrente delle Regioni.

Regione, Province e Comuni attraverso la pianificazione e l'adozione del proprio piano regolano la scala di interessi relativa all’ambito spaziale di competenza.

ChiusaLa legge regionale regola la formazione dei piani territoriali provinciali e degli strumenti urbanistici comunali per quanto riguarda il loro procedimento di approvazione e i contenuti che i diversi piani devono sviluppare. La Regione ha adottato una pianificazione territoriale paesistica sulla base della quale gli Enti locali assumono i loro strumenti di pianificazione.

Le Province definiscono con la propria pianificazione gli obiettivi e gli elementi dell’assetto del territorio, come le reti infrastrutturali e le opere di valenza sovracomunale, in coerenza con le vocazioni territoriali e le caratteristiche fisiche e paesistiche presenti nell’ambito di competenza.

I Comuni, anche in forma associata, specificano i vincoli e i limiti fisici del territorio, regolano e localizzano gli usi e le trasformazioni del suolo. Spetta ai piani urbanistici comunali, attraverso un'attività complessa di composizione dei differenti interessi presenti sul territorio, definire l’assetto e governare le diverse utilizzazioni del suolo.

La Regione ha inoltre competenze relativamente a:

 

CaseLa Regione si è dotata di una legislazione sui titoli abilitativi per gli interventi edilizi, sulla vigilanza e sulle sanzioni edilizie, sui procedimenti collegati (quali l’autorizzazione sismica e quella paesaggistica) e sui procedimenti speciali (condono edilizio e il cosiddetto piano-casa).

Fanno parte della normativa regionale anche gli atti amministrativi di indirizzo e coordinamento che forniscono direttive per:

  • garantire l'applicazione dei requisiti tecnici delle opere edilizie e, nello specifico, dei requisiti di rendimento  energetico degli edifici;
  • standardizzare sul territorio l'uso delle definizioni urbanistico-edilizie, ovvero dei parametri tecnici utilizzati nei Comuni per disciplinare le trasformazioni ammissibili, e individuare gli elaborati essenziali da allegare al titolo edilizio;
  • definire l'onerosità del titolo abilitativo per l'attività edificatoria, stabilendo le quote del contributo relative al costo di costruzione e agli oneri di urbanizzazione.

I Comuni disciplinano con i propri regolamenti urbanistico-edilizi l’attività edilizia e gestiscono l’effettiva realizzazione degli interventi sul patrimonio edilizio esistente e delle opere di trasformazione del suolo inedificato attraverso il controllo ed il rilascio dei titoli edilizi ed attraverso l’attività di vigilanza sulle opere eseguite.

A chi rivolgersi

Servizio Pianificazione territoriale e urbanistica, dei trasporti e del paesaggio

Viale Aldo Moro 30 - 40127 Bologna
tel. 051 5276049  fax 051 5276895
urbapae@regione.emilia-romagna.it
email certificata urbapae@postacert.regione.emilia-romagna.it

Responsabile del servizio: Roberto Gabrielli


Servizio giuridico del territorio. Disciplina edilizia. Sicurezza e legalità.

Responsabile del servizio: Giovanni Santangelo

Moduli

Iniziative particolari

Pubblicazioni

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/07/2013 — ultima modifica 18/07/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it