venerdì 15.12.2017
caricamento meteo
Sections

Riqualificazione urbana

Programmi di riqualificazione urbana

Nell’ambito delle politiche urbane ed abitative delineate nel Piano territoriale regionale, la Regione promuove programmi di interventi per la casa e la riqualificazione delle città per dare adeguate risposte al fabbisogno abitativo e promuovere un contestuale miglioramento della qualità urbana.

Cosa fa la Regione

Successivamente ai Contratti di quartiere II sono stati avviati dalla Regione Emilia-Romagna il “Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile” e il “Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana”.

Il programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile "Pruacs" è cofinanziato con risorse statali, regionali, comunali e private a seguito del Decreto del Ministero delle infrastrutture N. 2295 del 26 MARZO 2008 recepito con il bando regionale approvato con DGR n. 1104 del 16/07/2008. Sono stati finanziati 14 programmi comunali con un finanziamento regionale di euro 31.643.096,25 per un investimento totale di euro 79.782.248,99. Gli alloggi di edilizia residenziale pubblica e sociale da assegnare a canone calmierato sono 432 integrati da interventi relativi a servizi di quartiere e infrastrutture.

Il Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana "Pipers" è finanziato dal Piano casa. Sono stati finanziati nel corso del 2012 9 programmi e in seguito a risorse aggiunti sono stati finanziati ulteriori 3 programmi per un totale di 12 programmi.

Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile

Mappa dei Comuni finanziati dei PruacsI Programmi di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile promossi nella Regione Emilia-Romagna sono finalizzati a incidere sulla qualità urbana dei quartieri a più forte disagio abitativo al fine di eliminare le condizioni di abbandono e di degrado edilizio ambientale e sociale e provvedere ad una più equilibrata distribuzione dei servizi all’interno dell’ambito in cui è localizzato l’intervento abitativo.

I Programmi contengono azioni ed interventi tra loro integrati per il raggiungimento dei seguenti obiettivi prioritari:

  • incrementare la disponibilità di alloggi da offrire in locazione a canone sostenibile, privilegiando gli interventi di recupero del patrimonio esistente, e incentivando forme di cooperazione tra pubblico e privato;
  • migliorare la dotazione infrastrutturale del quartiere e/o ambito urbano interessato dal programma; accrescere la qualità degli spazi pubblici; incrementare la pluralità delle funzioni insediate per migliorare la vitalità all’interno del quartiere e l’integrazione del quartiere con il contesto urbano;
  • perseguire più elevati standard di sostenibilità ambientale sia mediante il risparmio di suolo non urbanizzato, sia attraverso il miglioramento dell’efficienza energetica, il contenimento delle emissioni climalteranti e l’utilizzo di sistemi innovativi per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Comune di Camposanto - Scuola

Sono 14 i comuni finanziati dal programma che hanno partecipato al bando regionale DGR n. 1104 del 16/07/2008 che poi hanno stipulato con la Regione Emilia-Romagna appositi accordi di programma dando inizio ai lavori il 28/2/2011.

 

Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana

I finanziamenti messi a disposizione per il Programma del “Piano nazionale di edilizia abitativa” sono € 22.436.560,02 nel 2011 ed euro 6.300.924,17 per finanziamento complessivo Stato/Regione di euro 28.737.484,19.

Si tratta di un provvedimento in continuità con la politica regionale dei Programmi di riqualificazione, orientata al contrasto al degrado urbano e al consumo di nuovo territorio e che punta, così come già con i Contratti di quartiere, ad intervenire nella città consolidata per rigenerare le situazioni urbane in cui maggiormente si misura il disagio abitativo, la carenza dei servizi e l’anonimato dello spazio pubblico.

I programmi che vengono proposti per il finanziamento sono stati oggetto di una selezione regionale sulla base delle proposte presentate da 25 Comuni, in gran parte coincidenti con quelli che avevano promosso precedentemente i Pruacs (Programmi di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile) ma che non avevano avuto accesso al finanziamento). Si tratta per lo più di città capoluogo come Modena, Reggio Emilia, Piacenza, Ferrara, ma anche di Comuni con più di 15.000 abitanti, come Faenza (RA) Pianoro (BO) e Cesenatico (FC) o sono gravati da problemi di disagio sociale e tensione abitativa come Calderara di Reno (BO) e Fiorenzuola d’Arda (PC).

In tutti questi casi i programmi affrontano il tema del patrimonio edilizio più carente sul piano della sostenibilità, del benessere e dell’efficienza energetica, per proporre un reale cambiamento che deve essere accompagnato da un piano urbanistico attuativo (Pua) e da un programma di recupero sociale.

Calderara di Reno - Garibaldi 2Per l’attuazione del Programmi è stato sottoscritto il 19 ottobre 2011 un Accordo di programma con il Ministero Infrastrutture e trasporti, con il quale è stato approvato un Programma integrato di promozione di edilizia residenziale sociale e di riqualificazione urbana, su cui convergono risorse statali e regionali allo scopo di dare impulso ad una strategia di rigenerazione del patrimonio edilizio esistente e di interventi di riqualificazione del territorio urbanizzato. Successivamente nel 2016 è stato sottoscritto con il Ministero un atto aggiuntivo all'accordo di programma del 19 ottobre 2011 con il quale vengono ammessi a finanziamento ulteriori 3 programmi di riqualificazione urbana nei seguenti Comuni: Comune di Calderara di Reno, Comune di Ferrara e Comune di Bologna.

Nel 2012 la Regione ha ammesso al finanziamento 9 programmi, e con la D.G.R. 911 del 2 luglio 2012 ha approvato gli accordi di programma con i 9 comuni assegnatari dei finanziamenti.

Nel  2016 la Regione ha ammesso al finanziamento ulteriori 3 programmi di riqualificazione urbana sottoscrivendo con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti un accordo di programma denominato "atto aggiuntivo all'accordo di programma del 19 ottobre 2011": Comune di Calderara di Reno e Comune di Ferrara che hanno sottoscritto l'accordo di programma,  Comune di Bologna con accordo di programma in corso di perfezionamento.

Nel corso del 2012 hanno preso avvio gli interventi finanziati dal programma, che realizzano circa 412 alloggi in locazione a canone concordato o sociale, per lo più (232) frutto di riconversione di edifici esistenti. Le costruzioni sono improntate al miglioramento dell’efficienza energetica in misura superiore (almeno del 10%) ai minimi di legge. La maggior parte dei programmi finanziati prevede anche interventi urbanizzativi e miglioramenti nelle dotazioni dei servizi di quartiere e persegue un complessivo innalzamento della qualità urbana anche attraverso l’inserimento di funzioni terziarie e attività commerciali e l’adozione di misure per la mobilità sostenibile come piste ciclabili, attraversamenti sicuri, zone 30km.

 

A chi rivolgersi

Servizio Qualità urbana

Viale Aldo Moro 30 - 40127 Bologna
051 527 3750 fax 051 527 3707
pru@regione.emilia-romagna.it
email certificata pru@postacert.regione.emilia-romagna.it

 

Per approfondire

Norme e atti

Moduli

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/09/2013 — ultima modifica 24/10/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it