Seguici su

Riqualificazione urbana

Seminari sulla Rigenerazione

Eventi di accompagnamento al Bando per la Rigenerazione urbana finalizzati ad approfondire aspetti tecnici e organizzativi.

Assessore R. Donini

Si è aperto ad aprile il Bando per la Rigenerazione Urbana della Regione Emilia Romagna, primo banco di prova concreto per misurarsi con il cambio di prospettiva e di mentalità richiesto dalla legge urbanistica regionale 24/2017 e per applicare la rigenerazione urbana quale strategia di sviluppo nelle trasformazioni e come strumento cardine per migliorare la qualità e l’attrattività dei centri abitati.

Per accompagnare questo cambiamento culturale, tra aprile e giugno sono stati calendarizzati diversi incontri, in un percorso di approfondimento rivolto ad amministrazioni e liberi professionisti, per fornire elementi e costruire strategie possibili con la qualità ambientale, architettonico-progettuale e socio-economico-culturale, come richiesto dal bando.

I temi sono stati, oltre alla presentazione dei contenuti del bando, la resilienza e la città sana, i concorsi di architettura e la partecipazione. Un percorso nel quale si è parlato soprattutto di strumenti, attraverso esempi e buone pratiche, registrando, forse proprio per questo taglio pratico, interesse e partecipazione, come testimoniano le quasi 500 presenze, di cui 180 di tecnici appartenenti a 86 amministrazioni comunali.

Senza ripercorrere passo passo i contenuti degli incontri (di cui sono disponibili i materiali ai link sottostanti), pare interessante riprendere alcuni dei temi emersi quali:

  • la trasversalità delle politiche da far confluire nei processi di rigenerazione per perseguire benessere e qualità della vita (sanitarie, ambientali, socio-assistenziali, culturali, educative, etc.);
  • la dimensione spaziale delle trasformazioni (che attiene allo spazio orizzontale, verticale, pubblico/privato, agli usi) ma anche quella temporale (in una accezione di tempo che va da quello del processo a quello dell’uso: strategia/attuazione/gestione, usi temporanei);
  • il ruolo cardine, nella rigenerazione urbana, dei temi della vulnerabilità (sociale e ambientale) e dell’inclusione (come abbattimento di barriere sensoriali, fisiche, cognitive e comportamentali), oltre all’emergere di una domanda di sussidiarietà orizzontale nella gestione delle attività;
  • la valutazione e il monitoraggio in accompagnamento al processo di rigenerazione (quindi anche in itinere) con l’importanza fondamentale della definizione degli indicatori;
  • il ruolo dell’informazione, della comunicazione e della partecipazione, in un nuovo rapporto tra amministratori e cittadini di tipo attivo e collaborativo;
  • la necessità di formazione, di nuove figure professionali e team di lavoro multidisciplinari

Un percorso, nel suo complesso ricco di spunti di riflessione, preziosa occasione di approfondimento e confronto oltre che momento di costruzione di sistemi di relazioni, collaborazioni e condivisione di conoscenze comuni in maniera più stabile e continuativa tra i diversi livelli istituzionali.

Calendario degli incontri:

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina