Seguici su

Qualità Urbana

Bando Rigenerazione Urbana (Bando RU)

Contributi per finanziare strategie di rigenerazione volte alla qualificazione degli spazi pubblici, al riuso del patrimonio edilizio esistente e alla riduzione del consumo zero di suolo per città più belle, verdi e vivibili.

In conformità ai principi della L.R. n. 24/2017 recante “Disciplina generale sulla tutela e l’uso del territorio”, con il Bando per la rigenerazione urbana, approvato con DGR n. 550/2018, si intende promuovere misure a supporto di strategie di rigenerazione urbana e territoriale volte alla qualificazione dei tessuti urbani. Il bando, rivolto a Comuni singoli e associati o Unioni di comuni, è finalizzato a valutare le proposte di strategia di rigenerazione urbana applicate ad ambito identificati che, partendo dalla pianificazione urbanistica, sviluppino i principi della nuova legge regionale attraverso l’attuazione di uno o più interventi, ai quali la Regione Emilia-Romagna intende dare sostegno finanziario. Il bando esclude pertanto il finanziamento di opere spot, limitate e svincolate dal contesto socio-ambientale. Le 112 strategie presentate sono state valutate sulla base dei seguenti criteri:

  • qualità complessiva della strategia di rigenerazione,
  • cantierabilità certa,
  • idonea copertura finanziaria degli interventi e delle azioni previste,
  • la coerenza ed efficacia della strategia sotto i profili ecologico-ambientale, urbanistico-architettonico e, sociale-culturale ed economico.
  • progetti esito di concorsi di architettura,
  • qualificazione della rete dei trasporti o previsione di interventi a sostegno della mobilità sostenibile.

La graduatoria delle domande è contenuta nell'allegato B della DGR n. 2194/2018, successivamente rimodulato ed integrato alla luce di ulteriori disponibilità finanziarie, come da DGR n. 1042/2019, portando ad totale di quasi 41 milioni di euro le risorse assegnate:

  • 30 milioni di euro provenienti dai Fondi di sviluppo e coesione (FSC), destinati alla realizzazione o riqualificazione di opere pubbliche o di pubblica utilità come scuole, biblioteche, edifici pubblici, parchi e spazi pubblici;
  • 11 milioni di euro circa quali risorse Cassa depositi e prestiti (CDP) e PNEA, finalizzate ad interventi rivolti sostenere politiche di social housing per il recupero o la costruzione di alloggi di proprietà pubblica, e delle relative dotazioni territoriali.

Sono 43 i Comuni finanziati, ai quali è richiesta una compartecipazione finanziaria che varia dal 30 al 50% a seconda che si tratti di interventi in Comuni sopra o sotto la soglia dei 50mila abitanti.

Comuni a cui sono stati concessi finanziamenti del Bando RU - cartografia elaborata dal Servizio Qualità urbana e politiche abitative (RER)

Attraverso una successiva fase di concertazione tra Comuni finanziati e Regione, si arriva alla firma dell'Accordo, vero e proprio “Contratto di Rigenerazione Urbana”, nel quale sono resi evidenti il dettaglio degli interventi e delle azioni proposte, il piano economico-finanziario e il relativo cronoprogramma di attuazione, nonché gli impegni delle parti (gli accordi siglati sono scaricabili negli approfondimenti normativi).

Tempistiche

  • 17 settembre 2018: termine utile per la presentazione delle proposte
  • 30 giugno 2019: termine per la presentazione della proposta di Contratto di rigenerazione urbana e per la presentazione del progetto definitivo (ex art. 23 del D.lgs n. 50/2016) degli interventi ammessi a contributo
  • 31 dicembre 2019: termine di sottoscrizione del Contratto di rigenerazione urbana
  • 31 dicembre 2020: aggiudicazione dei lavori (appalto) per gli interventi finanziati
  • 31 dicembre 2023: termine per la conclusione degli interventi finanziati

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/08/23 17:21:00 GMT+1 ultima modifica 2019-08-24T10:55:57+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina