mercoledì 24.05.2017
caricamento meteo
Sections

Politiche abitative

Sostegno alle famiglie nel pagamento dei canoni di locazione

 

La Regione si propone di sostenere le famiglie che, a causa del prolungarsi della crisi economia e occupazionale, riscontrano difficoltà nel pagamento dei canoni di locazione.

Esistono tre tipologie di contributi che aiutano le famiglie nel pagamento dei canoni di locazione:

  1. Fondo per la morosità incolpevole
  2. Fondo per l'emergenza abitativa
  3. Fondo per l'affitto

 

1) Il Fondo per la morosità incolpevole è gestito dai Comuni ad alta tensione abitativa e, a partire dal 2016,  anche dai Comuni ad alta densità abitativa. Prevede la concessione di un contributo per le seguenti finalità:

        a) sanare la morosità

        b) sottoscrivere un nuovo contratto a canone concordato

        c) versamento del deposito cauzionale per un nuovo contratto

        d) differimento del provvedimento di sfratto

 Per poter avere il contributo è necessario possedere i seguenti principali requisiti:

  • essere residente in un Comune ad alta tensione abitativa da almeno un anno;
  • diminuzione del reddito in seguito a licenziamento, cassa integrazione, malattia grave etc.;
  • reddito ISE non superiore a 35.000,00 euro o reddito ISEE non superiore a 26.000,00 euro;
  • atto di intimazione di sfratto per morosità con citazione per la convalida;
  • provvedimento di sfratto esecutivo per morosità.  

Possono fare domanda solo i residenti nei Comuni ad alta tensione abitativa o ad alta densità abitativa.

Per informazioni è necessario contattare i Comuni.

 

 2) Il Fondo per l'emergenza abitativa è gestito dalle Province e dai Comuni capoluogo di Provincia con queste finalità:

a) concedere contributi che favoriscano l'accesso, la permanenza e la mobilità nel settore delle locazioni (pagamento caparra, attivazione utenze etc.);

b) garantire i crediti assunti dalle banche nei confronti degli inquilini che sottoscrivono con i proprietari degli immobili un'intesa per la sospensione dell'esecuzione delle procedure di sfratto;

c) concedere contributi a favore di inquilini che sono inadempienti nel pagamento del canone di locazione.

Per informazioni è necessario contattare la Provincia oppure il Comune capoluogo di Provincia.

 

3) Il Fondo per l'affitto è gestito dai Comuni capofila dei distretti socio sanitari con le seguenti finalità: 

a) dare contributi per il pagamento del canone di locazione

Il valore ISEE del nucleo famigliare non può superare € 17.154,30

Possono fare domanda i residenti nella Regione Emilia-Romagna.

b) reperire alloggi da concedere in locazione a canoni concordati oppure rinegoziare le locazioni esistenti a canone più basso.

Possono fare domanda  i  residenti nella Regione Emilia-Romagna.

c) dare contributi a famiglie con sfratto esecutivo per finita locazione per consentire di trovare una nuova abitazione. 

Il reddito complessivo del nucleo familiare non può superare 27.000,00 euro e inoltre devono esistere le seguenti condizioni di disagio sociale: persone ultrasessantacinquenni, malati terminali o portatori di handicap con invalidità superiore al 66%, figli fiscalmente a carico.   

Possono fare domanda i residenti nei Comuni Capoluogo di Provincia, nei Comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti confinanti con i Comuni capoluogo e nei Comuni ad alta tensione abitativa.

Per informazioni è necessario contattare il Comune capofila del distretto socio - sanitario oppure il proprio Comune di residenza.

Nel 2016 lo Stato non ha rifinanziato il Fondo e, di conseguenza, non sono stati aperti i bandi comunali.

Per il 2017 sono in corso le valutazioni da parte del Ministero delle infrastrutture e trasporti e il portale web sarà aggiornato non appena perverranno informazioni.

 

Normativa

 

Morosità Incolpevole

Decreto del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del 14 maggio 2014

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1573/2014

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1219/2015

Deliberazione della Giunta Regionale n. 2250/2015

Deliberazione della Giunta regionale n. 2079/2016

 

Emergenza abitativa

Deliberazione della Giunta Regionale n. 2051/2011

Deliberazione di Giunta Regionale n. 817/2012

Deliberazione di Giunta Regionale n. 1709/2013

Deliberazione di Giunta Regionale n. 2221/2015

 

Fondo affitto

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1214/2015

 

Servizi

Si tratta di una applicazioni web riservata agli utenti autorizzati (Comuni) per l'inoltro dei dati per la rendicontazione e monitoraggio dell’utilizzo del fondo affitto e del fondo morosità incolpevole

 

Per informazioni

Andrea Schiassi

Servizio Qualità urbana e politiche abitative

Viale Aldo Moro, 30

40127 Bologna

Tel: 051.5273043

E-mail: andrea.schiassi@regione.emilia-romagna.it

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 02/08/2012 — ultima modifica 06/03/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it