giovedì 29.06.2017
caricamento meteo
Sections

Politiche abitative

Alloggi di proprietà pubblica

 

Requisiti per l'assegnazione degli alloggi

Per concorrere all'assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica è necessario possedere i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o altra condizione ad essa equiparata;
  • residenza anagrafica o attività lavorativa nel Comune cui si fa domanda;
  • la residenza anagrafica o attività lavorativa nell’ambito territoriale regionale da almeno 3 anni;
  • non avere la proprietà (o altro diritto reale) di un alloggio sul territorio nazionale (per una quota superiore al 50%);
  • non avere avuto precedenti assegnazioni di alloggi o di contributi pubblici;
  • non superare i limiti di reddito (ISE e ISEE) stabiliti dalla normativa regionale (34.308,60 euro per l'ISE e 17.154, 30 euro per l'ISEE)

 

Riferimenti normativi 

Le norme e gli atti amministrativi per l'individuazione dei requisiti 

 

Determinazione dei canoni

I canoni di affitto degli alloggi di edilizia residenziale pubblica sono determinati dai Comuni o dalle Acer (ex Iacp) nei casi in cui i Comuni le hanno affidato la gestione del loro patrimonio, sulla base di criteri generali definiti dalla Regione.

Il canone è determinato dal valore dell’immobile e della situazione economica della famiglia che ha avuto in assegnazione l’alloggio. La situazione economica della famiglia è valutata tenendo conto sia del valore dell’ISE (indicatore della situazione economica) che dell’ISEE (indicatore della situazione economica equivalente). Sulla base dei valori Ise/Isee la Regione ha individuato diverse fasce di utenza:  

  • la fascia di protezione per le famiglie meno abbienti per le quali è stata definita l’incidenza massima del canone sul reddito;
  • la fascia costituita da nuclei familiari, al di fuori della fascia di protezione, per i quali il Comune stabilisce un canone, all’interno dei limiti minimi e massimi fissati dalla Regione;
  • la fascia della decadenza, riferita ad utenti dichiarati decaduti, ai quali applicare fino al rilascio dell’alloggio, un canone maggiorato rispetto a quello previsto per la fascia precedente, definito dal Comune, entro i limiti fissati dalla Regione. 

 

Riferimenti normativi 

Le norme e gli atti amministrativi per la determinazione dei canoni

 

A chi rivolgersi

Le domande per concorrere all'assegnazione di un alloggio pubblico vanno presentate agli uffici del Comune dove è localizzato l'alloggio, o agli enti indicati dai Comuni.

  

I programmi regionali di intervento

Nessun alloggio pubblico sfitto

 

Proseguimento del programma Nessun alloggio pubblico sfitto

 

Programma di interventi sul patrimonio comunale di edilizia residenziale pubblica 2003-2004

 

Servizi

Si tratta di applicazioni web riservate ai Comuni e alle ACER per inserire le informazioni e i dati relativi alla gestione del patrimonio edilizio pubblico e alle richieste di alloggi presentate dai cittadini.

Entra nelle applicazioni

Azioni sul documento
Pubblicato il 03/11/2011 — ultima modifica 12/11/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it