martedì 17.10.2017
caricamento meteo
Sections

L'Agenzia delle entrate pubblica i dati sulle quotazioni immobiliari

Prosegue la diminuzione dei valori nelle vendite e nei canoni di locazione. Segnali positivi nei comuni di medie dimensioni

La crisi del mercato immobiliare che ha investito l’intero paese, secondo i dati dell'ISTAT raggiungendo il minimo storico alla fine del 2012, anche per l'Emilia-Romagna ha generalizzato una diminuzione dei valori di compravendita, ad eccezione delle zone costiere, spostando parte della richiesta verso i comuni non capoluogo che, dal 2010 ad oggi, presentano mediamente un aumento dei prezzi sia minimi che massimi attorno al 5%.

Anche i canoni di locazione sono hanno subito una generale diminuzione e, come già visto per i prezzi delle compravendite, fanno eccezione le aree balneari e i comuni medio-piccoli che dal 2010 ad oggi presentano in regione mediamente un aumento dei prezzi sia minimi che massimi intorno al 12%.

Semestralmente l’Osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI) dell’Agenzia delle Entrate pubblica i dati delle quotazioni immobiliari e pubblica stime per diverse tipologie edilizie della destinazione residenziale fornendo un intervallo di valori medi, minimo e massimo, in euro al metro quadro.

Gli aggiornamenti dei dati, i commenti, gli studi sono pubblicati nella sezione ORSA nel sito delle politiche abitative

 

L'analisi dei dati

La tabelle statistiche

 

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/01/2017 — ultima modifica 27/01/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it