Seguici su

Città rigenerate, la Regione propone un approccio innovativo e partecipativo

Un libro mette a disposizione di tutti i contenuti di un corso di formazione

Valutare la rigenerazione urbana”: così è intitolato il libro pubblicato nel novembre 2018 dalla Regione Emilia-Romagna e curato da Gabriele Bollini, Maria Rosa Vittadini e Eliot Laniado. La Direzione generale Cura del territorio e dell’ambiente, in collaborazione con il Servizio Pianificazione territoriale e urbanistica, dei trasporti e del paesaggio, mette a disposizione di tutti gli interessati i contenuti di un corso di formazione del 2016 rivolto a collaboratori e dirigenti della Regione Emilia-Romagna e allargato ad altri enti territoriali e ad istituzioni regionali che a vario titolo si occupano o sono coinvolti nei processi di rigenerazione urbana. 

Innovazione sociale, partecipazione dei cittadini e approccio multidisciplinare sono alla base della definizione, che si tenta di dare nel testo, di rigenerazione urbana (oltre che di valutazione dei piani di rigenerazione urbana) in armonia con la nuova legge urbanistica regionale (24/2017) e con la sua applicazione. Attraverso il lavoro di restituzione e commento critico, il testo mette infatti in sequenza molte riflessioni e molti sguardi disciplinari diversi, per far emergere quali apporti ciascuna disciplina può/deve offrire alla implementazione di processi che abbiano qualche probabilità di successo. 

L’ambizione è quella di offrire contributi ad una rinnovata impostazione culturale degli strumenti di programmazione, pianificazione e di attuazione comprese le modalità con cui questi strumenti devono essere valutati nella ValSAT, per permettere alla Amministrazione pubblica di far fronte ai problemi radicalmente nuovi dello sviluppo urbano della città esistente. 

Un modello di rigenerazione urbana fondato sulla innovazione sociale presuppone la centralità di processi di partecipazione come elementi fondamentali di un approccio inclusivo. In quest’ottica i curatori si sono soffermati, in particolare, su quali relazioni intercorrono, ad esempio, tra la partecipazione e l’innovazione sociale per comprendere “quali i processi di esclusione e inclusione nel loro dispiegarsi a varie scale spaziali” e quali potrebbero essere le azioni sociali che definiscono i confini e le dinamiche di tali processi. 

Il discorso viene articolato e nelle conclusioni si suggeriscono una serie di raccomandazioni, atteggiamenti, necessità di innovazione destinati a migliorare l’efficacia sociale della rigenerazione e dei processi di partecipazione che la sostengono.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/01/17 15:06:00 GMT+1 ultima modifica 2019-01-17T15:11:47+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina