sabato 18.08.2018
caricamento meteo
Sections

sherpa

Progetto europeo SHared knowledge for Energy Renovation in buildings by Public Administrations

Cosa fa la Regione

 

Descrizione del progetto       

Il progetto SHERPA è finanziato dal Programma Interreg MED nell’ambito dell’ASSE 2 dedicato a progetti mirati a sostenere strategie a basse emissioni di carbonio ed efficienza energetica nei territori in cui si svolge il programma  .

In tutti i Paesi Europei, la principale sfida in termini di riduzione dei consumi energetici, di miglioramento delle prestazioni energetiche e di riduzione delle emissioni di CO2 nel settore dell’edilizia consiste nell'accelerare l'attuazione delle direttive 2010/31/UE sulle prestazioni energetiche degli edifici e 2012/27/UE sull’efficienza energetica. Il progetto SHERPA mira pertanto a rafforzare le capacità delle Amministrazioni Pubbliche a livello regionale e subregionale di migliorare l'efficienza energetica dei propri edifici e creare reti di conoscenza, al fine di raggiungere la massima quantità e qualità dei progetti di riqualificazione degli edifici pubblici.

Per il raggiungimento di questi risultati sono previste tre fasi:

  1. Fase di test (novembre 2016-giugno 2018): per la definizione di un modello olistico e transnazionale peer to peer per dare   attuazione alla realizzazione di progetti di riqualificazione energetica di edifici pubblici attraverso lo sviluppo di attività e strumenti nell’ambito di 4 gruppi di lavoro pilota dedicati a:
    - la governance (per costruire una strategia regionale di promozione dell’efficienza energetica degli edifici pubblici),
    - i sistemi informativi (per creare uno strumento funzionale alla gestione del patrimonio pubblico regionale),
    - la formazione (per accrescere le competenze dei dipendenti pubblici),
    - i meccanismi di finanziamento (per definire i modelli di finanziamento ottimali). 

    In questa fase le Regioni partner (Abruzzo, Catalogna, Creta, Dunea, Emilia Romagna, Gozo, Lazio, Valencia) selezioneranno un primo campione di circa 100 edifici, individuati in base a criteri di rappresentatività del patrimonio pubblico regionale, su cui verranno definiti i progetti di riqualificazione energetica attraverso le attività e gli strumenti di supporto sviluppati dai 4 gruppi di lavoro.
  2.  Fase di trasferimento (giugno-luglio 2018): per l’elaborazione di una roadmap comune per il trasferimento a livello regionale e internazionale dei risultati della fase di test, attraverso l’organizzazione di eventi o workshop regionali.  
  3. Fase di capitalizzazione (settembre 2018-ottobre 2019): per capitalizzare il modello definito nella fase di test implementandolo nei territori delle Regioni Partner, rafforzando il legame tra le strategie energetiche sostenibili definite a livello regionale, mediante strumenti di Pianificazione e Programmazione, e locale, mediante i PAES o PAESC.

 

In questa fase verrà selezionato un secondo campione di circa 100 edifici pubblici su scala locale su cui verranno sviluppati progetti di riqualificazione energetica.

Video che fornisce una panoramica generale delle principali attività del progetto e dei risultati attesi 

 

Ruolo della Regione Emilia-Romagna

La Regione Emilia-Romagna contribuirà al raggiungimento degli obiettivi del progetto focalizzando il proprio intervento sul settore dell’edilizia residenziale pubblica (ERP), in considerazione del ruolo attivo che le politiche abitative possono svolgere per ridurre gli impatti sull’economia familiare dei costi dei consumi energetici, nonché per migliorare il benessere e la salute degli utenti in modo integrato e sostenibile. Inoltre, potrà supportare la valenza dei progetti di riqualificazione su temi complementari quali la qualità urbana, gli impatti ambientali, l’economia circolare.

In aggiunta a questo focus, affronterà il più generale tema della riqualificazione degli edifici della Regione e degli Enti Locali in linea con gli obiettivi definiti nel Piano energetico regionale (PER).

Partner

1)      Department of Governance, Public Administrations and Housing, Government of Catalonia – SPAGNA (lead partner)

2)      International Centre for Numerical Methods in Engineering – SPAGNA

3)      Valencia Institute of Building – SPAGNA

4)      CRPM-Conference of peripheral maritime regions of Europe - FRANCIA

5)      National association of local authorities, associations and companies for waste management, energy management and district heating - FRANCIA

6)      Regione Emilia Romagna Servizio Qualità urbana e politiche abitative della Direzione generale Cura del territorio e dell'ambiente - ITALIA

7)      Regione Lazio –Direzione infrastrutture,  ambiente e Politiche abitative - ITALIA

8)      Regione Abruzzo-Servizio di Cooperazione territoriale - ITALIA

9)      MINISTRY FOR GOZO – MALTA

10)   DUNEA-Dubrovnik Neretva Regional Development Agency - CROAZIA

11)   CRES-Centre for Renewable Energy Sources and Saving - GRECIA

12)   Region of Crete - GRECIA

Budget

Il progetto è finanziato al 85% dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR). Il budget della Regione Emilia-Romagna è di € 304.459,50 di cui € 258.790,58 di fondi FESR e € 45.668,92 di co-finanziamento del fondo di rotazione nazionale.

Durata

36 mesi (01/11/2016 - 31/10/2019)

A chi rivolgersi

Project manager

Claudia Mazzoli

email: claudia.mazzoli@regione.emilia-romagna.it

telefono 051 527.3984

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/12/2017 — ultima modifica 29/05/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it