Seguici su

Edilizia, opere statali e fonti rinnovabili

M.U.D.E.

Modello unico digitale per l'edilizia

Il progetto M.U.D.E. rappresenta l'elemento essenziale e strategico per attuare la dematerializzazione delle istanze dei titoli abilitativi a costruire previsti dal Testo unico dell'edilizia (legge 80/2006) e dei relativi procedimenti amministrativi e catastali.

La legge n. 80/2006 prevede la graduale attuazione del M.U.D.E. tramite l'emanazione di specifici decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri predisposti da una Commissione Tecnica Trilaterale composta da rappresentanti delle Regioni (Emilia-Romagna e Umbria), dell'ANCI (Comuni di Torino e di Roma) e dell'Agenzia del Territorio.

Nelle more della definizione dei decreti la Regione, in collaborazione con la Regione Umbria e i Comuni di Torino, Modena e Bologna sta sperimentando un'autonoma attivazione di un prototipo del M.U.D.E.

Il M.U.D.E. è una scheda anagrafica informatica di un bene immobile sulla quale sono registrati i dati di ogni evento che possa modificare gli aspetti edilizi, autorizzativi od immobiliari del bene stesso. La scheda, che si compone di un fascicolo di moduli, raccoglie i dati necessari per aggiornare le anagrafi nazionali, regionali e comunali degli immobili stessi.

Sarà possibile presentare qualsiasi istanza, edilizia o catastale, una sola volta all'unico portale web comunale e in modo guidato su un percorso di compilazione predisposto dal sistema informativo. Sarà inoltre possibile trasmettere, in via telematica, i dati di ogni istanza non solo al Comune ma anche agli enti coinvolti nella istruttoria del titolo abilitativo (AUSL, Vigili del Fuoco, Direzione Territoriale del Lavoro, Soprintendenze, ecc.).

Il professionista accederà al portale web comunale e compilerà il M.U.D.E., lo firmerà digitalmente per inoltrarlo allo sportello unico per l'edilizia. I M.U.D.E. presentati saranno inoltre utilizzati per l'aggiornamento delle anagrafi comunali degli immobili e dell'anagrafe regionale immobiliare che raccolgono lo stato consolidato di tutti gli immobili e la storia delle loro trasformazioni.

Gli obiettivi connessi al MUDE sono:

  • razionalizzare, semplificare e condividere i processi amministrativi fra Comuni, Agenzia del Territorio, Regioni, cittadini e professionisti;
  • integrare i processi interessati dal decentramento delle funzioni catastali;
  • perseguire l'equità fiscale;
  • monitorare le trasformazioni edilizie e condividere il patrimonio informativo che si genera nei procedimenti edilizi e catastali.
Piano di lavoro "MUDE" (pdf, 143.6 KB) attuativo dell'art. 2, co. 3 della Convenzione per azioni congiunte nell'ambito dei progetti di riuso tra Regione Umbria e Regione Emilia-Romagna, Agosto 2011

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/07/10 12:37:42 GMT+2 ultima modifica 2013-07-10T14:37:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina