Seguici su

Abusivismo edilizio

Sono abusivi gli interventi eseguiti in difformità dalle norme urbanistiche e edilizie o non autorizzati dalle amministrazioni comunali

Cosa fa la Regione

La Regione adotta iniziative e provvedimenti per garantire un corretto funzionamento dell'azione di vigilanza e controllo dell'attività edilizia e provvede alla realizzazione e gestione del sistema informativo dei dati sull'abusivismo.

L'abuso, rilevato da un ufficiale o da un agente di polizia giudiziaria, viene comunicato agli uffici comunali i quali, dopo la verifica tecnica, inviano al proprietario un'ingiunzione di sospensione dei lavori (se ancora in corso) e, nei casi di opere abusive realizzate su aree inedificabili o soggette a tutela, segnalano l'abuso al Ministero per i beni e le attività culturali.

L'abuso è sanzionato dal Comune con l'ordine di ripristino e demolizione delle opere illegittime realizzate; nel caso di interventi di minima entità è applicata una sanzione pecuniaria. In caso di inadempienza da parte del Comune è l'amministrazione provinciale che può esercitare i poteri sostitutivi e perseguire direttamente l'abuso.

Mensilmente il Segretario generale del Comune redige e pubblica, affiggendolo all'Albo comunale, l'elenco degli abusi rilevati e dei provvedimenti assunti che viene inviato alla Regione e agli altri enti competenti (Autorità giudiziaria, Provincia, Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti).

A chi rivolgersi

Servizio giuridico del territorio. Disciplina edilizia. Sicurezza e legalità.

Responsabile del servizio: Giovanni Santangelo

Viale Aldo Moro 30 - 40127 Bologna
tel : 051 527.6979 - fax : 051 527.6019
email: lavoripubblici@regione.emilia-romagna.it
email certificata  LavoriPubblici@postacert.regione.emilia-romagna.it

Aspetti tecnici:
Massimo Betti
tel. 051.527.6837
mbetti@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/07/10 11:40:00 GMT+1 ultima modifica 2016-06-09T11:29:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina