domenica 20.08.2017
caricamento meteo
Sections

Ferrara, ecco il progetto di social housing in via Beethoven

Dalla rigenerazione del Palaspecchi alla nuova comunità delle "Corti di Medoro"

Duecentosessanta alloggi sociali, corredati da attività commerciali, servizi e spazi verdi, per dar vita a una nuova comunità di persone in un'area di Ferrara completamente rigenerata. E' una trasformazione radicale quella progettata dal Fondo Ferrara Social Housing per il futuro prossimo del Palaspecchi, destinato a diventare il complesso delle "Corti di Medoro".

Dopo la costituzione del Fondo, avvenuta a Roma lo scorso 26 maggio, è iniziata in questi giorni la predisposizione dei cantieri da parte dell'impresa esecutrice dei lavori di ristrutturazione di parte del complesso dell''ex direzionale pubblico di via Beethoven.

La conclusione dei lavori è prevista entro 24 mesi e la messa a disposizione dei nuovi locali a giugno 2019. Una prima fase delle opere sarà dedicata alla demolizione di alcuni fabbricati, cui seguirà il lavoro di ricostruzione.

Si apre così il futuro di questa area della città, che ospiterà, oltre agli alloggi di social housing, anche una serie di nuovi servizi a disposizione dei suoi futuri abitanti, cui si aggiungono la piscina comunale di recente ristrutturata e il progetto per la ridefinizione della struttura del Palasilver. L'idea è infatti quella di aggiungere questa porzione di città a quelle in situazione di degrado che il Comune di Ferrara si è impegnato a riqualificare completamente.

Quello che si intende creare con i 36 milioni di euro di investimenti stanziati non è un quartiere dormitorio, ma un luogo in cui la dimensione dell'abitare si integri con la dimensione del vivere. La scommessa è infatti quella di coniugare la buona qualità degli alloggi con costi accessibili di locazione e vendita per cittadini con redditi medio-bassi. Tre le diverse tipologie di appartamenti: bi-, tri- e quadrilocali, da proporre a varie categorie di abitanti: famiglie con figli, giovani coppie, studenti e anziani. Il tutto sarà completato da zone per la comunità, con area fitness, area gioco e spazi commerciali e di servizio al piano terra delle palazzine, per creare l'humus del nuovo quartiere.

Acer, oltre ad essere socia del Fondo, sarà incaricata di gestire la locazione e la commercializzazione degli alloggi e dei tremila metri quadri di spazi commerciali.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/06/2017 — ultima modifica 09/06/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it