Seguici su

Codice del governo del territorio

TAR Bologna, sentenza 10 gennaio 2018 n. 17

Circa la necessaria conformità anche al piano adottato, in caso di sanatoria ai sensi dell’art. 17 della LR n. 23/2004

La conformità alla “disciplina urbanistica vigente” richiesta per la sanatoria di cui all’art. 17 della LR n. 23/2004 si riferisce sicuramente pure al rispetto delle norme di salvaguardia connesse alle prescrizioni dello strumento urbanistico adottato; diversamente opinando, ove si ammettesse quale limite e presupposto dell’accertamento di cui trattasi la conformità delle opere abusive allo strumento urbanistico soltanto approvato, si finirebbe per assentire, con lo strumento della sanatoria, opere che in realtà non potrebbero essere autorizzate per il tramite di un ordinario permesso di costruire.  

Le misure di salvaguardia di cui all’art. 12 della LR n. 20/2000 devono spiegare efficacia anche in relazione al rispetto delle norme del RUE in quanto strumento che concorre alla regolazione dell’incremento edilizio ed al quale lo strumento urbanistico fa riferimento, essendo irrilevante se gli interventi siano volti a soddisfare esigenze di tipo urbanistico o edilizio in senso stretto.

Riferimenti normativi:

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/12/21 10:04:00 GMT+1 ultima modifica 2018-12-21T10:57:34+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi?

Piè di pagina